un anno da tipornografo

31 maggio 2013

a maggio dell’anno passato ho iniziato a usare Fontli, app che avevo scaricato qualche tempo prima grazie al consiglio di un amico cui era nota la mia passione patologica per il segno scritto (tipografico, calligrafico, incidentale, involontario… insomma, per me tutto è segno e tutti i segni sono scrittura): si tratta di un social network per tipomaniaci (typoholics) che permette di condividere immagini di caratteri stampati o scritti trovati su…

magazine layouts, graffiti, signage, invitations, installations, packaging, environmental systems, woodcuts, etched lettering…

come scrivono nelle FAQ

in quest’anno ho postato 145 immagini – non molte, meno di una ogni due giorni, media molto più bassa di quella che tengo su Instagram – con cui ho raccolto 187 followers: una redemption notevole, la migliore di tutta la mia vita digitale, di cui vado molto fiero anche in considerazione del fatto che Fontli aggrega una piccola comunità di sole 15mila persone, per lo più concentrate in USA, Nord Europa e America del Sud

Fontli nasce per il mobile – anzi per l’iPhone, ché la versione Windows è uscita da poco e quella Android è in perenne lavorazione – dunque pur avendo ogni singola foto un proprio url, gli utenti non dispongono di un profilo web dove recuperarlo agevolmente: tocca copiare l’url e inviar(se)lo via email per poterlo lincare ,-(

allora, per promuovere questo splendido gruppo di spostati, questo impagabile passatempo, metterò anche qui una foto che ho pubblicato oggi su Fontli, ieri su Instagram con crossposting su FB e Twitter… insomma lo spammone più completo e vergognoso della mia vita digitale; c’è una ragione: si tratta di un’immagine che permette diversi piani di lettura

sportello benzina chiuso da una x di nastro adesivo

su Instagram / FB / Twitter, infatti, l’ho postata con la caption “basta, vado in bici” mettendo in risalto il risvolto narrativo del blocco all’accesso del carburante, mentre su Fontli ne ho letteralmente traslitterato il segno: XO

cosa vi dicevo? tutto è segno, tutti i segni sono ambigui o multiformi; basta guardare la realtà con più attenzione, più di lato, più di una volta… vi aspetto su Fontli!

2 Responses to “un anno da tipornografo”

  1. Ninninedda Says:

    Il blocco al pieno mi porta sul vuoto terreno del PERO ma OPERo ancora + divertito verso il PERÒ.

    Buon vento nik🙂


Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: